Errore

"Couldn't resolve host 'query.yahooapis.com'" in module "mod_sp_weather"

Cannot get "Mirabella Eclano" woeid in module "mod_sp_weather".

"Couldn't resolve host 'query.yahooapis.com'" in module "mod_sp_weather"

"Couldn't resolve host 'query.yahooapis.com'" in module "mod_sp_weather"

"Couldn't resolve host 'query.yahooapis.com'" in module "mod_sp_weather"

Cannot retrive forecast data in module "mod_sp_weather".

 

Art. 11. Risorse economiche

L’Associazione trae le risorse economiche per il funzionamento e lo svolgimento della propria attività da:

a) quote sociali annuali dei soci;

b) quote supplementari o di gestione dei soci;

c) contributi volontari dei soci;

d) contributi volontari dei terzi;

e) contributi volontari versati dagli atleti per l’utilizzo delle strutture sportive;

f) donazioni, eredità, lasciti testamentari, legati;

g) rimborsi derivanti da convenzioni;

h) ricavato che si potrà ritrarre dalle varie iniziative che saranno intraprese dall’associazione;

i) entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali, connesse alle attività istituzionali e strumentali per il raggiungimento delle finalità associative;

j) entrate derivanti da manifestazioni e raccolte pubbliche di fondi;

k) ogni altra entrata che concorra ad incrementare l’attivo in conformità a quanto previsto dalla vigente normativa e dal presente statuto, nel rispetto dei fini istituzionali.

 

Art. 12. Divieto di distribuzione degli utili

È fatto divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione comunque denominati, nonché fondi, riserve e capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione siano imposte dalla legge, ed è fatto obbligo di impiegare gli utili o avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

 

Art. 13. Raccolta pubblica di fondi

Nel caso di raccolta pubblica di fondi, l’Associazione dovrà redigere l’apposito rendiconto, previsto dalle leggi vigenti.

 

Art. 14. Rendiconto economico e finanziario

L’esercizio sociale dell’associazione si apre il 1° settembre e si chiude il 31 agosto dell’anno successivo. Ogni anno deve essere redatto, a cura del Consiglio direttivo, un rendiconto contabile-economico-finanziario, accompagnato da una Relazione redatta dallo stesso Consiglio direttivo.

Dal rendiconto devono risultare, con chiarezza e precisione, i beni, contributi e i lasciti ricevuti, le altre entrate e le spese per voci analitiche.

Il rendiconto contabile-economico-finanziario e la Relazione del Consiglio direttivo devono essere sottoposti all’approvazione da parte dell’Assemblea dei soci.

L’assemblea deve essere convocata, con una delle modalità previste dall’art. 8 del presente Statuto, almeno quindici giorni prima della data fissata per l’assemblea.

Il rendiconto e la relazione devono essere depositati, presso la sede sociale, nei quindici giorni precedenti la data fissata per la loro approvazione, a disposizione di tutti i soci.

L’avviso dovrà contenere la data della prima e della seconda convocazione.

L’assemblea di approvazione dovrà tenersi entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale.

L’approvazione del rendiconto e della relazione dovrà avvenire con le modalità previste dall’art. 8 dello statuto sociale.

In caso di impedimento l’assemblea di approvazione del rendiconto potrà tenersi entro sei mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale e quindi entro la fine di febbraio dell’anno successivo.

 

Art. 15. Intrasmissibilità della quota

La quota o contributo associativo è intrasmissibile.

 

Art. 16. Modifiche allo statuto

Le proposte di modifica dello statuto devono essere presentate all’assemblea da uno degli organi o da almeno cinque associati. Le relative deliberazioni sono approvate dall’assemblea come previsto dal presente statuto.

Lo scioglimento, la cessazione ovvero l’estinzione e quindi la liquidazione dell’associazione, possono essere proposte dal Consiglio direttivo ed approvate dall’assemblea dei soci convocata con specifico ordine del giorno, secondo le modalità previste dall’art. 8 dello statuto. I beni che residuano dopo l’esaurimento della liquidazione, in caso di scioglimento, cessazione ovvero estinzione dell’associazione, sono devoluti ai fini sportivi.

 

Art. 17. Vincolo di giustizia

Con l’affiliazione alla F.I.G.C. e/o all’ AICS o CONI o altro ente di promozione, l’Associazione si impegna a conformarsi alle norme e alle direttive del Coni, nonché agli statuti e regolamenti della Federazione e/o Ente di promozione stessi, con conseguente devoluzione agli Organi di Giustizia ed Arbitrali F.I.G.C. e/o AICS di tutte le controversie che dovessero insorgere tra i soci tesserati o tra questi e l’Associazione, le quali non siano riservate dal presente Statuto alla competenza dell’assemblea.

 

Art. 18. Norme di rinvio e completezza dello statuto

 

Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Statuto, saranno applicabili le disposizioni vigenti in materia di associazioni, associazioni sportive dilettantistiche e persone giuridiche private, nonché le norme della F.I.G.C. e/o AICS, le quali si intendono accettate e vincolanti all’atto della relativa affiliazione.